Oggi sto meglio (Womanizer?! Gh!)

Oh sì ragazzi, come dal titolo, oggi mi sento in piena forma. Sì, sento ancora dolore, ma non è come nei giorni passati. Quindi oggi è stata una giornata più carina:ho giocato un po a WoW in mattinata e mi son venuti a trovare i miei amici nel pomeriggio. Oggi non ho suonato niente ma nei prossimi giorni penso che mi darò nuovamente da fare:ho intenzione di imparare qualcosa di più 'Classico', tralasciando per un attimo il ramo Evanescente…

Parlando di Evanescence, ieri sera ho letto un'intervista che mi ha fatto un po spaventare: in sostanza, Amy Lee ha detto che sta lavorando per un progetto da solista, le piacerebbe fare colonne sonore per i film e che l'influenza celtica sale sempre di più. Non farà morire gli Evanescence. Sta già scrivendo nuove canzoni. Spero davvero che il terzo album sia decente… (che ormai è già in attesa dalla Wind up records, e quindi dovranno farcelo avere perforza). Chissà… infondo al pensiero troverete l'intervista ad Amy tradotta dalla community italiana.

MA ORA. Tocchiamo un tasto un po strano… passiamo da musica divina a… Gh
Womanizer. Non ho parole… Meglio di Gimme More. Più puttanesco, più da 'dammelo dove vuoi' insomma. Più da tutto XD Ecco a voi il singolo di Britney che mi ha fatto impazziere! Womanizer!!!

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Ed ora l'intervista ad Amy:

La cantante chatta (o chiacchiera, dipende da come hanno fatto l'intervista) con SPIN.com riguardo i conflitti interni alla band, un nuovo album solista, colonne sonore di film, ed altro.

Con Nightmare Revisited, Amy Lee degli Evanescence ha pubblicato il suo primo materiale nuovo dalla hit multiplatino della sua band nel 2006, The Open Door. Aggiungete la dipartita di due membri degli Evanescence e l'indipendenza musicale in continua crescita di Lee, e la cantautrice ha da spiegare alcune cose.

Lee, che è occupata a scrivere del nuovo materiale, parla con SPIN.com riguardo i lconfuso split con il chitarrista degli Evanescence John LeCompt ed il batterista Rocy Gray, la scrittura di un album solista, scrivere colonne sonore di film, e “Sally's Song”, il suo contributo a Nightmare Revisited, la nuova collezione di cover dal film del 1993 di Tim Burton, The Nightmare Before Christmas.

Sulla situazione degli Evanescence:
“E' una situazione difficile, come lo è ogni situazione drammatica attraverso la quale è andata la band. John [LeCompt, chitarra], Rocky [Gray, batteria] — abbiamo iniziato a starci stretti a vicenda. Quando si sono uniti alla band , Fallen era stato appena completato, e loro erano contenti di essere parte di qualcosa di davvero grande. Sin dall'inizio, il loro stile musicale era molto diverso dagli Evanescence. Penso ad un tale punto che entrambi si sono annoiati o sono diventati frustrati. Non erano parte del processo creativo ed erano come, 'Perché lo stiamo facendo?' [perché lo stipendio era lauto, a giudicare dalle dichiarazioni di John subito dopo… n.d.t.]. Ciò che scrivevano proprio non funzionava per gli Evanescence, e ho dovuto fare cià che era meglio per la band. Ho avuto un po' di contatti con John da allora e sono stati positivi. Pochissime band hanno mantenuto i loro membri originali per sempre.”

Sulle nuove canzoni e l'album solista:
“Hpo necessità di mostrare che sono più di una persona con una sola aspettativa [= one trick pony]. Sto scrivendo qui a casa mia per conto mio ed è davvero bello. ma mi piacerebbe fare qualcosa di diverso dopo. [Le nuove canzoni] sono sicuramente diverse. Sento che sto tornando alle mie più vecchie radici. Hanno molo più delle mie influenze folk e Celtiche che mai prima. E non tutto è triste — non è niente che definirei come Evanescence.”

Riguardo scrivere colonne sonore di film:
“Il mio più grande sogno dall'inizio — accanto agli Evanescence — è scrivere colonne sonore e musiche per i film. E ce l'ho avuto in testa senza dubbio, e ho provato a contattare le persone giuste per essere coinvolta nei giusti progetti. Penso che sarebbe davvero fantastico essere coinvolta in un progetto che è più gtande che solo me stessa ed essere la creatrice e non necessariamente solo la performer.”

Su Nightmare Revisited:
“The Nightmare Before Christmas la mia influenza artistica numero uno e più grande in ogno modo. [Quando ero una ragazza] sedevo letteralmente nella mia camera da letto e cantavo 'Sally's Song,' o in macchina mentre andavo a scuola. La parte migliroe riguardo ad essa [registrare la canzone] è stata che non avevo restrizioni o direttive o nulla. Ho scelto il produttore, che è un mio amico, e abbiamo semplicemente fatto la canzone nel modo che volevamo assieme. [Abbiamo registrato la canzone] tre mesi va, a Fort Worth, TX.”

Di William Goodman
Traduzione di FrozenFear 😛